Consumatori preoccupati per la sicurezza sui mezzi pubblici della Capitale

L’autobus che ha preso fuoco nella giornata di ieri in pieno centro a Roma, poteva trasformarsi in una tragedia, sventata dalla prontezza dell’autista che immediatamente ha fatto evaquare il mezzo.

Roma, 9 maggio 2018. L’autobus che ha preso fuoco nella giornata di ieri in pieno centro a Roma, poteva trasformarsi in una tragedia, sventata dalla prontezza dell’autista che immediatamente ha fatto evaquare il mezzo.
È ormai da diverso tempo che i cittadini romani e i turisti, che si servono dei messi pubblici dell’ATAC, sono costretti a servirsi di mezzi obsoleti e fatiscenti che si fermano per guasti e che (dall’inizio dell’anno almeno una decina) si incendiano. Non sono ben chiare le cause di questi incendi, certo è che l’obsolescenza e la poca, se non inesistente, manutenzione dei mezzi non permettono di espletare un servizio adeguato per la città di Roma e che ora rischia di tramutarsi anche in un servizio pericoloso per la vita stessa delle persone.
Vogliamo raccogliere il disagio di tanti nostri concittadini e turisti che utilizzano costantemente i mezzi pubblici per indirizzare al Sindaco e ai dirigenti dell’Azienda un segnale di allarme. Non si può più andare avanti così! Apprezziamo la buona volontà nel proseguire con la sostituzione dei mezzi di superficie iniziata dalla giunta precedente, ma questo non basta. È più che mai necessario fornire l’azienda di un servizio di manutenzione serio ed efficace.
Soprattutto è necessario prendere provvedimenti seri per risanare e rimettere questa azienda nelle condizioni di poter prestare alla cittadinanza il servizio per cui è stata pensata.
Ci auguriamo che questi preoccupanti fatti facciano seriamente prendere in considerazione il problema ATAC. La nostra Capitale non merita un servizio di trasporto pubblico inefficiente, inadeguato e pericoloso.

Lega Consumatori Regione Lazio