Abolito il ticket sanitario del Lazio, dal 1° gennaio non si pagherà più

Arriva un’importante novità per i cittadini della Regione Lazio in tema di servizi sanitari. Dal primo gennaio 2017, infatti, sarà abolito il ticket sanitario regionale: ticket, che fino ad oggi veniva sommato a quello nazionale e che, specie negli ultimi anni, era stato oggetto di numerose battaglie e proteste da parte delle associazioni di consumatori che ne chiedevano la cancellazione.

Questo importante cambiamento porterà ad un risparmio di circa 20 milioni di euro per i cittadini,  ma soprattutto va a modificare un sistema con cui spesso, sommando il ticket regionale a quello nazionale, il costo della prestazione arrivava ad essere addirittura superiore.

L’abolizione del ticket regionale rientra in un più ampio piano triennale (2016-2018) di risanamento e riorganizzazione della Sanità nel Lazio, voluto dal Presidente della Regione Zingaretti. Piano che ha portato ad un dimezzamento del disavanzo, passato dai 669 milioni di euro del 2013 ai 332 del 2015 (quest’anno dovrebbe attestarsi intorno ai 160 milioni di euro) e che, oltre ai conti in ordine, ha come obiettivo il miglioramento del livello dei servizi offerti ai consumatori.
In questo senso va segnalato come la Sanità della Regione Lazio abbia migliorato il proprio punteggio LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) e stia lavorando per fornire ai cittadini più presidi locali (sblocco di 265 milioni di euro).
Sono previste inoltre nuove assunzioni e la stabilizzazione dei lavoratori del settore sanitario del Lazio.