Aumenti gas e energia elettrica, bonus sociale per famiglie meno abbienti

L’ Autorità per l’ Energia Elettrice e il Gas (AEEG)  ha comunicato nella sera del 29 settembre 2008 gli aumenti per le bollette dell’ energia elettrica e del gas,

che saranno  applicati per il quarto trimestre dell’ anno in corso e che si vanno aggiungere agli altri aumenti che hanno riguardato i tre trimestri precedenti. Precisamente: +0,8% per l’ energia elettrica e +5,8% il gas. Dal prossimo 1 ottobre, quindi, la spesa su base annua delle famiglie aumenterà di 3,7 euro per l’ energia elettrica e di ben 61,5 euro per il gas. Secondo l’ Autorità gli aumenti delle spesa per le bollette nei passati nove mesi (+7,9% per l’ energia elettrica e +4,4% per il gas) sono stati più contenuti della spesa per il petrolio nello stesso periodo di confronto (+26,2% in dollari e +19,7% in euro); ciò anche per effetto della costante diminuzione delle tariffe di trasporto e distribuzione e del contenimento di alcuni oneri di sistema.

In particolare, l’ Autorità ha diminuito dell’ 1,3% la componente trasporto degli stessi prezzi di riferimento, limitando così l’ aumento complessivo che altrimenti avrebbe superato il 6%. Di particolare importanza sono le modalità definite dall’ Autorità per l’ applicazione del nuovo regime di protezione sociale, il bonus sociale, che potrà garantire un risparmio del 20% circa sulle bollette dell’ elettricità ai clienti domestici con più basso reddito. Il valore del bonus sarà crescente secondo la numerosità dei nuclei familiari aventi diritto (60 euro/anno per un nucleo di 1-2 persone, 78 euro/anno per 3-4 persone, 135 euro/anno per un numero superiore a 4). Hanno diritto al bonus le famiglie che dispongono di un ISEE (pratica normalmente svolta dai vari CAF) inferiore o uguale a 7.500 euro.

Si tratta di un semplice indicatore che, per esempio, consente ad un nucleo familiare composto da padre, madre e due figli, monoreddito, in affitto e senza ulteriori disponibilità patrimoniali, di rientrare nella soglia ISEE di 7.500 euro con un reddito annuo lordo fino a circa 23.400 euro..
La certificazione dell’ ISEE sarà effettuata dai comuni di residenza entro il 2008, mentre la richiesta ai fornitori locali di energia elettrica potrà essere avanzata  fino al 28 febbraio 2009, mentre il bonus sociale sarà applicato retroattivamente dal 1 gennaio 2008 fino a tutto il 2009. Coloro che faranno richiesta dell’ applicazione del bonus sociale successivamente al 28 febbraio 2009 usufruiranno dell’ agevolazione solo per tutto il 2009. Comunque, nell’ avvicinarsi di tale scadenza, tutte le famiglie interessate dovranno richiedere al comune di residenza una nuova certificazione dell’ ISEE, in modo da poter usufruire del bonus sociale anche per l’ anno successivo.

Fonte: Autorità per l’ Energia Elettrice e il Gas (AEEG)

Categorie News