Bonus Asilo Nido: anche quest’anno un piccolo sostegno alle famiglie

Il bonus prevede un contributo massimo di 1.000,00 euro a favore delle famiglie per il pagamento delle rette degli asili nido pubblici e privati e per le forme di assistenza domiciliare in favore di bambini affetti da gravi patologie


Nel nostro paese il sistema famiglia non è considerato a sufficienza. Nel quadro politico di questi ultimi mesi la voce “famiglia” non è stata presa in considerazione e pochi sono rimasti a dare fiato a questa realtà essenziale della nostra società. La Lega Consumatori Regione Lazio appoggia le iniziative del Forum delle Associazioni Famigliari di cui fa parte a livello regionale. Insieme a tutte le associazioni intende ribadire la necessità di accendere maggiormente un faro sulle necessità, le problematiche e i disagi che tutte le famiglie in Italia si trovano ad affrontare.
Nonostante tanto silenzio qualcosa per le famiglie è rimasto anche nel 2019: parliamo del Bonus Asilo Nido e delle forme di assistenza presso la propria abitazione.

Il Bonus Asilo Nido è un contributo massimo di 1.000,00 euro che può essere utilizzato dalle famiglie per il pagamento delle rette per la frequenza degli asili nido pubblici e privati e per le forme di assistenza domiciliare in favore di bambini affetti da gravi patologie.

Entriamo nei particolari:

  • Può accedere a questo contributo il genitore di un minore nato o adottato dal 1° gennaio 2016 in possesso di alcuni requisiti.
  • Il bonus è erogato direttamente dall’INPS ed è di due tipologie:
    A) Bonus asilo nido: erogato a cadenza mensile contribuisce al pagamento della retta che non deve essere inferiore al contributo stesso. Sono previste 11 mensilità di un importo massimo di 136,37 euro mensili
    B) Bonus per le forme di supporto presso la propria abitazione: è erogato, sempre dall’INPS, ad un genitore convivente con un bambino impossibilitato aq frequentare gli asili nido a causa di una grave patologia cronica. La patologia dovrà essere attestata da un pediatra di libera scelta. In questo caso l’erogazione avviene in un’unica soluzione di 1.500, 00 euro al genitore richiedente.

Per entrambi le tipologie di bonus il contributo verrà erogato fino al raggiungimento del budget previsto, che per il 2019 ammonta a 300 milioni di euro.

La domanda potrà essere presentata a partire dalle 10 del 28 gennaio 2019 e fino alle 23,59 del 31 dicembre 2019 .

Per maggiori informazioni e per fare domanda è possibile visitare il seguente link dell’INPS.

La nostra associazione rimane a disposizione per chiarimenti e informazioni o per intervenire in caso si riscontrino anomalie nella procedura di assegnazione o erogazione.