Chiusura delle stazioni della Metro A: richiesta d’incontro con Atac

A seguito della chiusura di alcune stazioni della Metro A di Roma (Repubblica, Barberini, Spagna, Flaminio) e dei connessi disagi dei cittadini e dei commercianti che operano nelle adiacenze di tali impianti, la nostra Associazione e Federconsumatori Lazio hanno richiesto ad ATAC, in data 17 aprile u.s., un incontro urgente per acquisire precise informazioni su quanto si sta facendo in proposito e sulla tempistica ipotizzabile per risolvere le criticità esistenti. L’Azienda, con nota scritta del successivo 19 aprile, ha indicato gli interventi che sono in corso d’opera.

Di tali chiusure, dovute ad incidenti sulle scale mobili (Repubblica) e a guasti delle stesse (Barberini), con interventi di sequestro da parte della Magistratura e a titolo precauzionale (Spagna e Flaminio) dall’Azienda, restano ancora ignote le cause che ne sono all’origine nelle specifiche condizioni e i tempi previsti entro i quali le suddette stazioni ritorneranno ad essere regolarmente operative.

Non avendo ottenuto i puntuali elementi di riscontro alle richieste avanzate, la Lega Consumatori Regione Lazio e Federconsumatori Lazio si apprestano ad inviare una nuova istanza di incontro urgente ad ATAC per avere maggiori ragguagli in proposito e per un confronto sulla eventualità di azioni di ristoro dei danni subiti da cittadini e commercianti a causa di questi disservizi e, nell’occasione, per chiarimenti sulle preoccupanti notizie di stampa secondo le quali gli autobus acquisiti in affitto da ATAC, per migliorare le frequenze dei servizi erogati, non possano essere immessi in esercizio per incompatibilità con le vigenti norme antinquinamento.

Pubblichiamo di seguito la lettera di risposta ricevuta da Atac: