Diritti dei passeggeri: sanzioni in arrivo per Trenord e Trenitalia

Il Consiglio dell’Autorità di regolazione dei trasporti ha stabilito una multa di 20mila euro per Trenord e di 5mila euro per Trenitalia colpevoli di mancata assistenza ai viaggiatori su treni in forte ritardo

Il Consiglio dell’Autorità di regolazione dei trasporti ha emesso due importanti sanzioni per Trenord e Trenitalia colpevoli di violazione dei diritti dei passeggeri. Nel caso di Trenord è stata comminata una multa da 20mila euro per non aver fornito la necessaria informazione e assistenza di pasti e bevande (obbligatoria) ai viaggiatori della linea interregionale Verona-Milano che portava un ritardo di 245 minuti.
Nel caso invece di Trenitalia, la multa (5mila euro) è stata deliberata per quanto avvenuto su una linea Intercity notte in viaggio da Messina a Napoli con forte ritardo dove l’apposito “kit di generi di conforto” è stato fornito ai passeggeri soltanto alla stazione di Salerno e non nel corso della notte come previsto.
Entrambe le multe sono state disposte ai sensi del decreto legislativo 17 aprile 2014, n. 70 recante “Disciplina sanzionatoria per le violazioni delle disposizioni del Regolamento (CE) n. 1371/2007”, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario.

Note:
Immagine treno By Maurizio Messa (Flickr: FS TAF 64) [CC BY-SA 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)], via Wikimedia Commons