Fisco: arrivano gli sms informativi per scadenze, richieste e rimborsi

Importante novità digitale per il Fisco italiano. Nei primi giorni di novembre, infatti, è entrato in funzione il nuovo sistema di SMS che fornirà ai cittadini tutte le informazioni relative a richieste, scadenze varie e rimborsi.

Importante novità digitale per il Fisco italiano. Nei primi giorni di novembre, infatti, è entrato in funzione il nuovo sistema di SMS che fornirà ai cittadini tutte le informazioni relative a richieste, scadenze varie e rimborsi.
Per usufruire del servizio bisognerà iscriversi sul sito Fisconline lasciando ovviamente il proprio numero di cellulare su cui ricevere i messaggi. Messaggi che, come detto, riguarderanno vari ambiti di competenza.
Nel caso, ad esempio, di richieste di pagamento inviate dall’Agenzia delle Entrate tramite raccomandata con ricevuta di ritorno che risultano non recapitate, il cittadino interessato riceverà l’sms e potrà immediatamente richiedere copia della documentazione in oggetto.

Un altro caso, invece, è quello relativo al messaggio che comunica al contribuente l’erogazione di un rimborso da parte dell’Agenzia dell’Entrate e lo invita ad effettuare un controllo dell’effettivo accredito in banca. La nota informativa sarà inviata a tutti gli utenti sia  aquelli che hanno fornito le coordinate bancarie per l’accredito, sia a quelli che intendono riscuotere la somma a rimborso presso l’ufficio postale e sia a coloro che hanno delegato un Caf o un intermediario.

Il Fisco invierà gli sms informativi anche per ricordare delle scadenze: come quella, ad esempio, relativa all’imposta di registro per i contratti di locazione; oppure quella relativa alle rate trimestrali per pagamenti dovuti all’erario.

Si tratta, dunque, di un nuovo importante strumento per migliorare la comunicazione e il rapporto tra Fisco e cittadini. L’obiettivo, infatti, è quello di evitare per il futuro che il singolo utente si ritrovi a dover pagare, per semplice distrazione o dimenticanza, somme più alte rispetto a quelle previste. Gli sms avranno come mittente “Ag. Entrate”