Lega Consumatori Pomezia: lettera di diffida ad Acea e al Comune per mancata realizzazione delle fogne e delle condotte per l’acqua

La Lega Consumatori Pomezia ha inviato una diffida ad Acea S.P.A. e al Comune di Pomezia nella quale invita entrambi a realizzare le fogne e le condotte per l’acqua previste e non realizzate.

Oggetto della diffida è l’Atto di cessione del servizio idrico che segna il passaggio da Infrastrutture DG S.p.A ( ex Edison DG S.P.A.) ad ACEA ATO 2 S.p.A., sottoscritto in data 29/12/2016. Atto che prevede la realizzazione a cura di ACEA ATO 2 S.p.A. di interventi idrico-fognari da completare entro il 31 dicembre 2017 e il 31 dicembre 2018.
“A tutt’oggi non risulta ancora adempiuto il contratto sottoscritto tra le parti – ha dichiarato il presidente della Lega Consumatori Pomezia, Dario Ferraro – Questa gestione di ACEA ATO 2 S.p.A. ha provocato e provoca quotidianamente seri danni ai cittadini che sono privati di servizi primari. Alcuni giorni fa, sono stato invitato a partecipare ad una assemblea pubblica organizzata dai Comitati di quartiere “Monachelle Alta” e “Via Naro” e con il comitato “D’Avino Informa”, dove la protesta dei numerosi residenti è stata tangibile e decisa. I residenti lamentano anche seri problemi alla salute, in modo particolare bambini e anziani, che tale situazione comporta”.
Non è la prima situazione di protesta dei cittadini pometini nei confronti di ACEA ATO 2: lo scorso anno si è discusso molto delle bollette idriche salate, con incrementi addirittura del 50% e del 60%. Numerosi utenti hanno dovuto combattere anche con distacchi del servizio senza preavviso.
“L’augurio è che si trovi una soluzione che ponga fine a questa problematica – afferma oggi il presidente della Lega Consumatori Pomezia, Ferraro -. La Segreteria Tecnico Operativa e l’Assemblea dei Sindaci, che ricevono per conoscenza, devono assumere finalmente le decisioni che gli competono a tutela dei cittadini e del territorio”.