Povertà energetica: Arera chiede di rendere automatico il bonus sulle bollette di luce, gas e acqua

L’Autorità di regolazione per l’energia, reti e ambiente (Arera) scende in campo per contrastare la povertà energetica ed ampliare il più possibile la platea di persone che possono avere diritto al bonus sociale in bolletta, rendendolo automatico.


Secondo Arera, infatti, gli sconti sulle tariffe di luce, gas e acqua, potrebbero riguardare fino a 6,8 milioni di persone, andando così a triplicare il numero di soggetti che, ad oggi, beneficiano delle agevolazioni.

Per accelerare questo processo, l’Autorità di regolazione per l’energia, reti e ambiente ha inviato un’importante segnalazione al Parlamento e al Governo chiedendo di “applicare automaticamente il bonus sociale di sconto previsto sulle bollette di luce, gas e acqua approvando una norma che consenta lo scambio dei dati necessari tra le amministrazioni per garantirne la fruizione a tutti gli aventi diritto, azzerando per le famiglie tutti i passaggi burocratici oggi necessari”.

Alla base dell’iniziativa di Arera c’è la constatazione del fatto che pochi, dei possibili beneficiari, utilizza il bonus sulle bollette. Da qui, dunque, la necessità di renderlo automatico attraverso un “un intervento normativo che assicuri il consenso dell’interessato all’interazione fra le banche dati dell’INPS e le banche dati di energia, gas e acqua (Sistema informativo integrato e Anagrafe territoriale idrica) per l’erogazione dei bonus sociali, valorizzando – spiega l’Autorità di regolazione per l’energia, reti e ambiente – il ruolo delle amministrazioni comunali a supporto e informazione dei cittadini, con particolare riferimento alla gestione dei bonus per gli utilizzatori di apparecchiature elettromedicali, dei bonus idrici territoriali, e all’eventuale individuazione dei clienti con riscaldamento centralizzato a gas metano”.

Lega consumatori Regione lazio appoggia in pieno questa iniziativa di Arera ritenendo che questo sia l’unico modo per agire concretamente sulla problematica della poverta energetica che colpisce molte delle famiglia italiane.