Ritardo treni per neve e gelo: Trenitalia rende note le modalità di rimborso

Rese note le modalità di rimborso per i disagi sulle linee ferroviarie avvenuti nei giorni 26, 27 e 28 febbraio scorsi a causa del gelo e della neve.

Trenitalia ha reso note le modalità di rimborso per i disagi sulle linee ferroviarie avvenuti nei giorni 26, 27 e 28 febbraio scorsi a causa del gelo e della neve.
Per tutte le persone che sono state costrette a rinunciare al proprio viaggio è pevisto il rimborso integrale del biglietto non utilizzato, al di là della soppressione effettiva del treno. Trenitalia ha reso noto inoltre che le richieste di rimborso potranno essere inviate massimo entro il giorno 31 marzo 2018.

Per quel che concerne i viaggiatori il cui treno ha subito ritardo, le disposizioni sul rimborso sono le seguenti: 100% del prezzo del biglietto per ritardi pari o superiori alle tre ore; 50% del prezzo del biglietto per ritardi di almeno 120 minuti; 25% del prezzo del biglietto per ritardi compresi tra i 60 e i 119 minuti.

I viaggiatori che intendo richiedere il rimborso hanno tempo 12 mesi e potranno essere come risarcimento in contanti qualora abbiano pagato il biglietto in contanti o mediante il riaccredito per pagamenti effettuati con carta di credito.

Oltre a quanto illustrato, è previsto anche uno sconto del 25% per l’acquisto di un nuovo ticket (entro 12 mesi) per i viaggiatori i cui treni hano riportato da 30 a 59 minuti di ritardo.

Le richieste di rimborso potranno essere effettuate nei seguenti modi: sul sito trenitalia.com o tramite app per i biglietti acquistati online; chiamando il call center o compilando web form disponibile su trenitalia.com; recandosi presso le biglietterie di Trenitalia o presso l’agenzia di viaggio dove è stato acquistato il biglietto.

I nostri sportelli sono disponibili per tutti i viaggiatori che necessitano di supporto e informazioni in merito ai rimborsi. Potete contattarci qui.