Turismo ecosostenibile: ultimo evento di presentazione di Informaturisti

Turismo Ecosostenibile: presentazione del progetto InformaTuristi presso parco della Selvotta a Formello (Roma)

Nello splendido scenario del Parco della Selvotta a Formello lo scorso 12 novembre si è svolto l’ultimo evento di presentazione del progetto che vede in prima linea le associazioni di consumatori Lega Consumatori Lazio, Assoutenti e Codici

Nello splendido scenario del Parco della Selvotta a Formello lo scorso 12 novembre si è svolto l’ultimo evento di presentazione del progetto InformaTuristi. Progetto che vede in prima linea le associazioni di consumatori di Roma Lega Consumatori Lazio, Assoutenti e Codici e che sta suscitando molto richiamo, non solo fra gli addetti ai lavori ma anche fra i cittadini comuni che si dimostrano sempre più sensibili alle tematiche riguardanti il turismo ecosostenibileInformaTuristi, infatti, ha come scopo quello di promuovere nella regione Lazio il turismo ecosostenibile, realizzando – per la prima volta in Italia – una vera e propria mappatura delle strutture turistiche realmente “green” e vicine ai temi ambientali.

Nel corso dell’iniziativa hanno preso la parola i vari responsabili delle tre associazioni di consumatori che hanno curato il progetto: “Siamo molto soddisfatti di quanto è stato fatto fino ad ora – ha dichiarato Pino Bendandi, presidente dell’associazione consumatori Lega Consumatori Lazio – Le strutture, i viaggiatori e le associazioni hanno dimostrato un forte interesse per questo tipo di turismo, che al momento è di nicchia, ma che – siamo certi – diventerà il turismo del futuro. Siamo fiduciosi che le Istituzioni daranno continuità a questo tipo di progetti”.

Nella web app di InformaTuristi sono già caricate oltre 300 strutture e iscritti molteplici green tourist. Nel solo mese di ottobre l’app ha avuto 18.341 click e 6 milioni 669 mila 528 impressions dei banners. Restando in tema di numeri, il 52% delle attività censite è ecosostenibile per il risparmio energentico e per lo smaltimento dei rifiuti, mentre il 42% per il risparmio idrico.

Il progetto InformaTuristi è solo all’inizio del suo percorso, nel corso del tempo altre attività si potranno registrare alla web app e autocertificarsi come ecosostenibili, saranno poi i cittadini a garantire le effettive doti green dell’azienda in questione. L’obiettivo, infatti, è quello di orientare il consumatore/turista ad una sempre maggiore attenzione al mondo dell’ecosostenibilità ambientale sia come fruitore dei servizi che come controllore delle attività.